Come operiamo
La comunicazione efficace genera risorse
Progettiamo soluzioni integrate insieme ai nostri partner
La complessità è una risorsa per riscrivere le città

Il 14 dicembre Luca Toschi interverrà al convegno New Sciences and Actions for Complex Cities: Social and Institutional innovation in Self-organising systems, che si terrà a Firenze presso Palazzo Medici Riccardi. L’evento è la conferenza finale del progetto SIPCITY (The Strategic Research Initiative Social Innovation in Practice: city regeneration through co-evolution and networking) ed ha l’obiettivo di avviare il dibattito tra gli studiosi sulla rigenerazione delle città grazie ai nuovi media e alle nuove tecnologie.

Lezione-intervista di Carlos Alvarez Pereira al CfGC
durante la Summer School del Club di Roma,
7-13 settembre 2017


Approfondimenti nelle aree d’intervento

L’Oggetto Comunicativo Matrice: uno strumento per l’innovazione complessa

Alcune tra le ricerche più avanzate sulle città contemporanee tendono a paragonarle a organismi viventi estremamente complessi, generati  da interazioni non lineari tra istituzioni, organizzazioni, imprese, attori sociali, enti i più vari; e, quindi, tra settori e scale diverse. Secondo Geoffrey West, che con il progetto Cities, Scaling & Sustainability sta studiando questi aspetti presso il Santa Fe Institute, la città deve essere vista come un corpo alimentato dal sistema di reti delle attività umane.

Per questo motivo, ogni approccio alla città di tipo riduzionistico, pur dando l’illusione di poter risolvere un determinato problema a prescindere dal contesto ampio cui appartiene, non potrà mai avviare un vero e proprio rinnovamento: è impossibile, infatti, pensare ad un’innovazione che non sia di sistema.

Ne consegue una situazione apparentemente irrisolvibile: da una parte l’impossibilità di affrontare il problema della rigenerazione della città misurandosi con le infinite manifestazioni del suo “essere città”; dall’altra la non meno problematica possibilità di sviluppare azioni di analisi, progettazione e intervento per un sistema-città che appare tutto da ridefinire e per il quale non esistono esempi applicabili nel passato.

Il CfGC procede individuando un Oggetto Comunicativo Matrice (OCM) che si caratterizza per la capacità di tessere una fitta trama di relazioni fra l’azione immediata sul particolare e quella sull’intero sistema. Questo significa che, mentre si cerca di realizzare un intervento comunicativo di settore, la scelta del settore stesso e la metodologia adottata nel portarlo a termine mirano all’innovazione della comunicazione dell’intero sistema.

Knowledge Analytics
Politics of Agency and Thinking
Osservatorio sull’impatto sociale dei robot e dei sistemi di automazione
Il CfGC
...è ricerca applicata sul territorio
Il CfGC è un’unità di ricerca del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Firenze, un luogo dove convergono gli interessi di ricerca e di sviluppo di numerosi soggetti

scientia atque usus

Ridefiniamo il rapporto tra i saperi e la capacità di intervenire sulla realtà
I progetti del CfGC mettono insieme con efficacia il mondo della ricerca e della formazione e i soggetti che operano nella società, nell’economia, nella politica, nella cultura...
Caesari omnia uno tempore erant agenda: vexillum proponendum [...] signum tuba dandum [...] ab opere revocandi milites [...] acies instruenda, milites cohortandi [...]. Quarum rerum magnam partem temporis brevitas et incursus hostium impediebat. His difficultatibus duae res erant subsidio, scientia atque usus militum, quod superioribus proeliis exercitati, quid fieri oporteret, non minus commode ipsi sibi praescribere quam ab aliis doceri poterant [...]
~ C. Iulius Caesar, Commentarii de bello gallico, L. II/20

Cesare doveva fare tutto nel medesimo tempo: sollevare il vessillo [...] dare il segnale con la tromba [...] richiamare i soldati dal lavoro [...] schierare [...] esortare i soldati [...]. L’esiguità del tempo e l’avanzata del nemico impedivano una gran parte di queste operazioni. A queste difficoltà due cose sovvenivano: l’istruzione e l’esperienza dei soldati, poiché, esercitati nei precedenti combattimenti, erano in grado di prescriversi essi stessi le operazioni che dovevano essere fatte, non meno opportunamente che se fossero state loro da altri indicate [...].
Le persone
La nostra comunità
Competenze diverse, un’unica passione

Luca Toschi

Direttore di ricerca

Viola Davini

PhD Student

Cosimo Barberi

Research Fellow

Eugenio Pandolfini

Research Fellow

Gianluca Simonetta

Research Fellow

Ilaria Marchionne

PhD Student

Marco Sbardella

Research Fellow

Matteo Coppi

PhD Student
C'è qualcosa che possiamo fare insieme!
Il CfGC lavora sulle relazioni. I vostri bisogni alimentano la nostra ricerca.
Mettiamoci in comunicazione!
Hai qualcosa da chiederci... da proporci... o da dirci?
Top