Il CfGC
È ricerca avanzata sulla comunicazione
Il mondo complesso, sempre più interconnesso e tecnologicamente strutturato in cui viviamo, necessita di una ricerca che operi a fianco delle situazioni concrete, nei territori reali della società, dell’economia, della cultura, della politica
Il CfGC interviene al
2nd Symposium on Sustainability in University Campuses

Dal 10 al 12 dicembre, l’Università di Firenze ospiterà il “2nd Symposium on Sustainability in University Campuses". Il Simposio vuole promuovere lo scambio di idee e progetti per la realizzazione di campus universitari sempre più green. Il CfGC parteciperà al convegno con due interventi dal titolo “Generating a New Idea of Public Mission for Universities. A Sustainable Communication Paradigm for Community Building” (Davini, Marchionne, Pandolfini) e “Salomone Sostenibile: an Award to ‘Communicate’ the University's Leading Role in Sustainable Development” (Toschi, Sbardella, Simonetta). All’interno del “2nd Symposium on Sustainability in University Campuses", il CfGC si è posto l’obiettivo di valorizzare le attività di comunicazione attraverso lo sviluppo di contenuti comunicativi realizzati ad hoc prima, durante e dopo l’evento con l’obiettivo di rafforzare la community della sostenibilità in Ateneo e fuori di esso.

Scopri lo Speciale Web relativo al Simposio >>

Scientia atque Usus

Ridefiniamo il rapporto tra i saperi
e le nostre capacità di intervenire sulla realtà
Il CfGC mette in comunicazione il mondo della ricerca, della formazione e i soggetti che operano nella società, nell’economia, nella cultura, nella politica…
Caesari omnia uno tempore erant agenda: vexillum proponendum [...] signum tuba dandum [...] ab opere revocandi milites [...] acies instruenda, milites cohortandi [...]. Quarum rerum magnam partem temporis brevitas et incursus hostium impediebat. His difficultatibus duae res erant subsidio, scientia atque usus militum, quod superioribus proeliis exercitati, quid fieri oporteret, non minus commode ipsi sibi praescribere quam ab aliis doceri poterant, et quod ab opere singulisque legionibus singulos legatos Caesar discedere nisi munitis castris vetuerat [...].
~ C. Iulius Caesar, Commentarii de bello gallico, L. II/20

Usus: come e dove interveniamo
La comunicazione efficace genera risorse
Progettiamo e realizziamo soluzioni comunicative integrate per e insieme ai nostri partner. Oggi il problema non è la mancanza di opportunità e di risorse, è l’incapacità di riconoscerle e di realizzare una comunicazione, anche organizzativa, che le possa valorizzare.
Le persone
La nostra comunità
Competenze diverse, un’unica passione

Luca Toschi

Full Professor
Research Director

Profile >>

Viola Davini

PhD Student
Research Fellow

Profile >>

Cosimo Barberi

Research Fellow
 

Profile >>

Eugenio Pandolfini

PhD
Research Fellow

Profile >>

Gianluca Simonetta

PhD
Research Fellow

Profile >>

Ilaria Marchionne

PhD Student
 

Profile >>

Marco Sbardella

PhD
Research Fellow

Profile >>

Matteo Coppi

PhD Student
 

Profile >>

Mettiamoci in comunicazione!
Hai qualcosa da chiederci... da proporci... o da dirci?
E-mail: viola.davini@unifi.it | Telefono: 055.2756196-7

Cesare doveva fare tutto nel medesimo tempo: sollevare il vessillo […] dare il segnale con la tromba […] richiamare i soldati dal lavoro […] schierare […] esortare i soldati […]. L’esiguità del tempo e l’avanzata del nemico impedivano una gran parte di queste operazioni. A queste difficoltà due cose sovvenivano: l’istruzione e l’esperienza dei soldati, poiché, esercitati nei precedenti combattimenti, erano in grado di prescriversi essi stessi le operazioni che dovevano essere fatte, non meno opportunamente che se fossero state loro da altri indicate, secondo, l'obbligo imposto da Cesare ai vari legati di non allontanarsi dalla propria legione prima del termine dei lavori.