Gli ambiti d’intervento del CSL sono numerosi e variegati. Difficile farne un elenco se non affiancando ad aree dell’attività sociale, culturale, economica, istituzionale, specifiche aree dei processi produttivi (sia di beni che servizi). I più importanti fino ad oggi sono stati:

Agricoltura, Comunicazione organizzativa, Comunicazione istituzionale, Comunicazione pubblica e sociale, Cooperazione internazionale, Cultura cooperativa, Cultural heritage, Customer Satisfaction, Digital humanities, Diritto on line, Editoria digitale, Educazione, Grande distribuzione organizzata (GDO), Green economy, Knowledge management, Linguaggi audiovisivi, Made in Italy, Marketing del territorio, Marketing della ricerca, Nuove tecnologie, Partecipazione, Pubblica amministrazione, Ricerca e innovazione, Risorse umane, Sanità, Smart cities, Sostenibilità, Turismo.

CSL - Aree d'intervento

***

Ciò che accomuna ogni forma di collaborazione sviluppata dal CSL in queste differenti aree è l’utilizzo della Metodologia Generativa. Questa si basa sull’analisi e sulla progettazione dei processi comunicativi che sono alla base sia della produzione – comunicazione organizzativa interna – che della comunicazione esterna. Grande attenzione è data anche all’analisi della fruizione dei prodotti stessi, indipendentemente dalla loro natura, nella prospettiva di valorizzare la comunicazione come strumento per condividere la conoscenza fra i vari soggetti coinvolti – dai produttori agli utenti –  in ogni attività umana.

La comunicazione, quindi, è trattata non come un insieme di effetti speciali con cui far credere che esista ciò che non esiste, ma come strumento di conoscenza, di condivisione, di partecipazione attiva, di collaborazione in nome di un interesse comune, pur sempre nella distinzione fondamentale dei ruoli.