Mercoledì primo aprile è stata presentata presso la biblioteca comunale di San Casciano Val di Pesa l’app San Casciano Smart Place, canale ufficiale di promozione turistica del comune chiantigiano. Diversi cittadini e numerosi operatori economici del territorio sono intervenuti per conoscere in anteprima quello che sarà nei prossimi anni il principale strumento di valorizzazione e comunicazione delle attività del comune.

Dopo l’introduzione del sindaco Massimiliano Pescini, che ha insistito sull’importanza del carattere pubblico di questa iniziativa, e l’intervento di Leonardo Baldini che ha illustrato il contesto delle iniziative in cui si inserisce il progetto e i suoi sviluppi futuri è stata la volta di Massimiliano Atzori di 3logic, che collegando il proprio telefono al proiettore ha mostrato a tutti i presenti le funzionalità dell’app. A questo punto ha preso la parola Renzo Masi della Pro Loco, che ha sottolineato l’importanza di questo nuovo strumento per le realtà economiche del territorio. Gli ultimi due interventi, prima che si avviasse una partecipata e interessante discussione, sono stati di Marco Sbardella e Luca Toschi, rispettivamente coordinatore del progetto e direttore del CSL. Sbardella ha mostrato, servendosi di dati, statistiche e proiezioni aggiornate lo scenario economico e sociale in cui questa app è inserita: la pervasività dei device mobili e il legame sempre più stretto che lega il mobile al turismo. Toschi, infine, ha sottolineato il carattere innovativo del progetto e la necessità che gli attori territoriali se ne approprino e ne sfruttino le potenzialità, prima di venire assoggettati passivamente alle dinamiche dei ‘signori della rete’.

L’applicazione è il frutto di un lungo, intenso e proficuo lavoro di ricerca e sviluppo che ha visto il direttore e i ricercatori del CSL affiancare l’amministrazione di San Casciano per l’ideazione, la progettazione e la sceneggiatura dei contenuti e 3logic per lo sviluppo tecnologico.