Posted by on dicembre 22, 2014

Il workshop “Sviluppo rurale e comunicazione. Strumenti, esperienze, risultati” [programma completo], organizzato dalla Regione Toscana in collaborazione con il Communication Strategies Lab, si è tenuto il 18 dicembre 2014 presso il Palazzo degli Affari (Firenze) con lo scopo di riflettere sulle strategie di comunicazione considerate le “migliori pratiche” per comunicare l’agricoltura e lo sviluppo rurale.

L’iniziativa rappresenta l’ultimo atto del progetto [vedi dettagli] attivato tra Communication Strategies Lab e Regione Toscana, che hanno avviato una collaborazione scientifica per l’introduzione della comunicazione generativa nella programmazione dello sviluppo rurale della Toscana.

Il workshop si è rivelato un’occasione preziosa per discutere di alcuni temi molto delicati: Come gestire le relazioni tra le istituzioni e i cittadini agricoltori? Come aiutare a costruire nuove relazioni tra tutti i portatori di interessi nel campo dello sviluppo rurale? E come sfruttare al meglio i diversi mezzi di comunicazione?

In particolare la riflessione è entrata nel vivo durante i quattro panel specifici, all’interno dei quali i partecipanti hanno potuto confrontarsi rispetto alla gestione dei diversi strumenti di comunicazione: internet, stampa, tv e radio ed eventi.


WORKSHOP_card


Visita il minisito
(dedicato alla promozione del Workshop)


Grande risposta di pubblico!

L’iniziativa ha registrato un’altissima partecipazione, superando ampiamente le cento presenze effettive, comprendenti sia le registrazione on line e che quelle della mattina stessa.

Il pubblico era composto da numerosi rappresentanti di amministrazioni locali ed enti pubblici (Università di Firenze, Università di Pisa, Provincia di Livorno), di associazioni sindacali, di liberi professionisti e di esperti nei diversi settori della comunicazione (blogger, giornalisti, agenzie di comunicazione).

workshop_pubblico_plenaria

La sala della plenaria al completo

***


La giornata

La giornata è stata aperta da Alvaro Fruttuosi (Dirigente di Regione Toscana, responsabile della Programmazione agricola-forestale, zootecnia, sistemi informativi, promozione e comunicazione in agricoltura), che dopo i saluti istituzionali ha presentato gli obiettivi del workshop.
A seguire Roberto Pagni (Dirigente di Regione Toscana, responsabile della Politiche comunitarie e regionali per la competitività delle imprese agricole e agroalimentari) ha provveduto a un’introduzione al nuovo PSR della Regione Toscana.
È stata quindi la volta di Remo Fattorini (Portavoce del Presidente della Giunta Regionale Toscana) che si è soffermato sulla comunicazione istituzionale nei settori produttivi in Toscana.
In chiusura Luca Toschi (Direttore del Communication Strategies Lab dell’Università di Firenze) ha parlato di comunicazione per l’agricoltura, soffermandosi più nello specifico sulle strategie di comunicazione generativa per lo sviluppo rurale.

I partecipanti, dopo aver assistito alla seduta plenaria introduttiva, si sono divisi nei 4 panel, paralleli, organizzati e monitorati dal Communication Strategies Lab. Qui i partecipanti hanno raccontato le diverse esperienze e si sono confrontati con con le migliori pratiche di comunicazione dell’agricoltura messe in atto da istituzioni, agenzie, imprenditori agricoli, etc. Tutto ciò al fine di analizzare le potenzialità e i limiti degli strumenti di comunicazione per il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020.

workshop_toschi_plenaria

Luca Toschi durante il suo intervento in plenaria


Panel-1_Internet

I partecipanti al panel 1 al lavoro

Panel 1 – Internet e multimedia

Il primo panel, relativo ad Internet e alla multimedialità, è stato moderato da Davide De Crescenzo, Direttore responsabile della testata intoscana.it e Responsabile dell’area contenuti della Fondazione Sistema Toscana. Questo è stato il panel più numeroso con circa 40 partecipanti ed ha affrontato molte delle problematiche legate all’avvento dei nuovi media, ai nuovi linguaggi e al modo in cui l’agricoltura acquista visibilità e viene, dunque, promossa.

Panel 2 – TV e radio

Il secondo panel, Tv e radio, moderato da Francesco Selvi, direttore di Rtv38, è stato molto attivo, con un ritmo scandito dalla proiezione di alcuni estratti video o audio di campagne di comunicazione del territorio toscano e non.

Panel-2_TV-Radio

I partecipanti al panel 2 al lavoro

Panel 3 – Stampa

Il terzo panel, moderato da Susanna Cressati, direttrice della testata Toscana Notizie, si è concentrato sulla Stampa. Il numero di partecipanti limitato, circa 15, ha dato la possibilità di instaurare un dialogo molto fluido e proficuo.

Panel-3_Stampa

I partecipanti al panel 3 al lavoro

Panel 4 – Eventi

Il quarto panel è quello sugli Eventi ed è stato moderato da Stefano Giovannelli, direttore di Toscana Promozione. In questo panel è stato lasciato molto spazio alle testimonianze dei partecipanti e alle campagne da loro presentate come best practises.

Panel-4_Eventi

I partecipanti al panel 4 al lavoro


Conclusioni dei lavori

Al termine dei 4 panel che, nella formula adottata sono avvenuti contemporaneamente in quattro spazi diversi, si è tenuta una seduta plenaria conclusiva in cui i quattro moderatori hanno esposto i risultati finali e le criticità emerse nei rispettivi tavoli di lavoro.

Le tematiche toccate, tutte strettamente collegate, sono state 3 tre:

  • il rapporto tra i cittadini e gli agricoltori e le decisioni strategiche adottate per il PSR;
  • il ruolo che ricoprono i media nella comunicazione dell’agricoltura;
  • il tipo di agricoltura da promuovere e i criteri che deve soddisfare.
L'assessore Gianni Salvadori e il prof. Luca Toschi

L’assessore Gianni Salvadori e il prof. Luca Toschi

Alla plenaria conclusiva interviene anche l’Assessore alla Regione Toscana, Gianni Salvadori per chiudere i lavori iniziati in mattinata. Oltre ai ringraziamenti rivolti a coloro i quali hanno partecipato e contribuito alla buona riuscita dell’evento, l’assessore ha sottolineato come il Workshop si inserisca all’interno di un più ampio intervento regionale finalizzato alla valorizzazione e alla risoluzione di problematiche legate alle attività agricole. Viene evidenziato, quindi, come un aspetto molto importante di questi interventi sia anche legato allo studio del modo in cui si comunica l’agricoltura ai cittadini e agli stessi agricoltori al fine di rendere più efficaci le azioni pianificate.

L’attenzione, inoltre, è stata posta anche sulla strategia adottata negli stessi interventi: serve partecipazione, collaborazione e condivisione per costruire una comunità e quindi per creare e rilanciare l’economia. Diventa imprescindibile, allora, portare le persone all’interno di percorsi partecipativi in cui, però, la loro opinione venga realmente ascoltata.

***

WORKSHOP_footer

Posted in: Articles