La donna perfetta viene creata sul computer dal protagonista.

La donna perfetta, sul computer

Feb. 25, 2002 by

Nel film S1m0ne la donna perfetta non è più creata scolpendo la pietra, modellando l’argilla o stendendo il colore: è programmata al computer e vive nella realtà parallela della rappresentazione. Il suo creatore, più che innamorarsene, ne diventa dipendente poiché gode dei frutti del fantasma che ha generato.

La trama del film di Columbus è basata sul romanzo di Asimov.

Il robot che vuole diventare uomo

Feb. 25, 1999 by

Bicentennial Man (L’uomo bicentenario) di Chris Columbus ribalta completamente la prospettiva, mettendo al centro un robot maggiordomo che progressivamente si trasforma in un uomo. In realtà il robot si trova a vivere una vita molto più lunga degli umani, vedendo scomparire le persone a lui care.

Uno dei film che ha più influenzato l'immaginario relativo al rapporto tra macchine e uomini.

La matrice

Feb. 25, 1999 by

Nella trilogia di The Matrix l’intera realtà in cui vivono le persone è illusoria: è una sorta di realtà virtuale generata dalle macchine per sfruttare l’energia bioelettrica umana. Nella guerra tra robot e uomini quest’ultimi si battono deliberatamente per riacquisire la propria libertà, nonostante ciò significhi svegliarsi da un sogno per fare i conti con una realtà da incubo.

Uno degli spot più influenti della storia della pubblicità è quello relativo alla commercializzazione del Personal Computer di Apple

La pubblicità che ha cambiato la storia

Gen. 1, 1984 by

Durante il Super Bowl del 22 gennaio 1984, Apple fece trasmettere lo spot realizzato da Ridley Scott per promuovere il primo Personal Computer pensato per il mercato di massa. La simbologia della narrazione, il riferimento al romanzo di Orwell e gli avvenimenti storici di quel periodo resero il breve video un vero e proprio snodo storico della fine del XX secolo.

Il nocciolo della trama di Blade Runner ruota sulla indistinguibilità tra umani e replicanti.

Uomo o replicante?

Feb. 25, 1982 by

Nella pellicola Blade Runner l’antropomorfismo dei robot è mimetico, rendendoli perciò indistinguibili dagli uomini, tanto da essere chiamati “replicanti”. Nel gioco di specchi che si instaura tra macchine e uomini il confine tra i due si perde, lasciando nel finale sospeso il dubbio che nessuno dei personaggi coinvolti nella vicenda sia umano.

Io e Caterina è tutt'oggi uno dei pochi film italiani che affronta l'avvento dei robot

Un immaginario tutto europeo: Io e Caterina

Feb. 25, 1980 by

Io e Caterina è stato uno dei pochi tentativi cinematografici italiani di cimentarsi con la tematica dei robot. L’inserviente robotica acquistata dal protagonista si rivelerà gelosa del suo padrone, giungendo all’estremo di utilizzare la sua forza sovrumana per tenerlo sotto scacco.