La comunicazione generativa come strumento di documentazione, comunicazione e diffusione di informazioni per le politiche agroambientali

L'Agroambiente in Toscana: poltiche regionali e prospettive future

Il 28 novembre Luca Toschi partecipa all'evento annuale del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) del Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale 2014-2020 dal titolo "L'Agroambiente in Toscana: poltiche regionali e prospettive future". L'evento intende fare il punto su ciò che è stato realizzato nel corso della programmazione passata (2007-2013) e in quella ancora in corso (2014-2020). L'obiettivo è anche quello di richiamare l'attenzione su ciò che ancora deve essere fatto, alla luce dei cambiamenti in atto e nell'ottica di alcune linee strategiche per la programmazione, nella quale, ricordiamo, vengono posti obiettivi ambientali più ambiziosi rispetto al passato e legati a un utilizzo ancora più efficiente delle risorse. Per maggiori informazioni visistate la news sul sito web della Regione Toscana.

Read more >>

L'impegno del CfGC nel settore dell'Agricoltura e dello Sviluppo Rurale

L’agricoltura è un potente strumento-matrice capace di aggregare, attorno alla qualità della vita delle piante e degli animali, le ragioni di un progetto sociale, economico e soprattutto culturale che pone l’uomo al centro di uno sviluppo realmente sostenibile. In una prospettiva di ritrovata collaborazione fra vision e mission, fra valori e pratiche possibili, fra uomo e ambiente. Il CfGC da anni è attivo in questo settore con numerosi progetti

Come operiamo
La comunicazione efficace genera risorse
Progettiamo soluzioni integrate insieme ai nostri partner
Il CfGC
...è ricerca applicata sul territorio
Il CfGC è un’unità di ricerca del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Firenze, un luogo dove convergono gli interessi di ricerca e di sviluppo di numerosi soggetti

scientia atque usus

Ridefiniamo il rapporto tra i saperi e la capacità di intervenire sulla realtà
I progetti del CfGC mettono insieme con efficacia il mondo della ricerca e della formazione e i soggetti che operano nella società, nell’economia, nella politica, nella cultura...
Caesari omnia uno tempore erant agenda: vexillum proponendum [...] signum tuba dandum [...] ab opere revocandi milites [...] acies instruenda, milites cohortandi [...]. Quarum rerum magnam partem temporis brevitas et incursus hostium impediebat. His difficultatibus duae res erant subsidio, scientia atque usus militum, quod superioribus proeliis exercitati, quid fieri oporteret, non minus commode ipsi sibi praescribere quam ab aliis doceri poterant [...]
~ C. Iulius Caesar, Commentarii de bello gallico, L. II/20

Le persone
La nostra comunità
Competenze diverse, un’unica passione

Luca Toschi

Full Professor
Research Director

Profile >>

Viola Davini

PhD Student
Research Fellow

Profile >>

Cosimo Barberi

Research Fellow
 

Profile >>

Eugenio Pandolfini

PhD
Research Fellow

Profile >>

Gianluca Simonetta

PhD
Research Fellow

Profile >>

Ilaria Marchionne

PhD Student
 

Profile >>

Marco Sbardella

PhD
Research Fellow

Profile >>

Matteo Coppi

PhD Student
 

Profile >>

Mettiamoci in comunicazione!
Hai qualcosa da chiederci... da proporci... o da dirci?
E-mail: viola.davini@.unifi.it | Telefono: 055.2756196-7

Cesare doveva fare tutto nel medesimo tempo: sollevare il vessillo […] dare il segnale con la tromba […] richiamare i soldati dal lavoro […] schierare […] esortare i soldati […]. L’esiguità del tempo e l’avanzata del nemico impedivano una gran parte di queste operazioni. A queste difficoltà due cose sovvenivano: l’istruzione e l’esperienza dei soldati, poiché, esercitati nei precedenti combattimenti, erano in grado di prescriversi essi stessi le operazioni che dovevano essere fatte, non meno opportunamente che se fossero state loro da altri indicate, secondo, l'obbligo imposto da Cesare ai vari legati di non allontanarsi dalla propria legione prima del termine dei lavori.