Luca Toschi terrà una lezione durante il corso di aggiornamento su “Cambiamento climatico e adattamento” che si terrà il prossimo 29 novembre presso l’Aula Magna del Rettorato (piazza San Marco 4), dalle 09:00 alle 17:00, ed è rivolto a tutti i dipendenti dell’Università di Firenze. Il corso di aggiornamento rientra nelle attività di formazione promosse dal gruppo di lavoro sulla sostenibilità di Ateneo, coordinato da Ugo Bardi, delegato del Rettore alla sostenibilità. Qui il CSL si occupa, in particolare, dello sviluppo della strategia di comunicazione che ha visto la nascita e la costruzione del portale della sostenibilità di Ateneo e della pagina Facebook Ateneo Sostenibile.

Il corso, fa parte di un ciclo più ampio, che ha lo scopo di diffondere e condividere conoscenze, competenze e buone pratiche per la sostenibilità ambientale, con particolare attenzione in questo appuntamento al cambiamento climatico.

La giornata si aprirà con i saluti di Giovanni Pratesi, Direttore del Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze e Ugo Bardi, vedrà la partecipazione di Luca Toschi con un intervento dal titolo Comunicare la sostenibilità e il cambiamento climatico.

Accedi al programma completo della giornata

***

Da anni il CSL, infatti, sta studiando e lavorando alla definizione di un paradigma di comunicazione sostenibile basato sul modello generativo che, come descritto ampiamente all’interno del volume di prossima uscita La comunicazione sostenibile per lo sviluppo rurale. Socialità, innovazione e paesaggio, propone un tipo di comunicazione che arrivi a generare benessere e a migliorare la qualità della vita di tutti i soggetti coinvolti – direttamente e indirettamente – nel processo comunicativo messo in atto. Questo è possibile, infatti, solo creando una forte interazione tra sistemi ecologici, economici, antropologici, sociali e politici in cui la conoscenza si caratterizza come la risorsa principale su cui investire. La comunicazione dovrà quindi essere intesa come il sistema nervoso che permette la cooperazione tra diversi attori sociali, politici ed economici per il raggiungimento di obiettivi comuni quali ad esempio la costruzione di strategie di sviluppo sostenibile in cui convergono lo sforzo delle imprese, delle istituzioni e del mondo della ricerca.