Posted by on maggio 13, 2016

CSL_news

L’evento in sintesi

Data: Lunedi 16 maggio 2016
Ora: 10:00 – 13:00
Luogo: Auditorium del Consiglio regionale della Toscana
Partner: Unione Stampa Sportiva ItalianaLogo dell'Unione Stampa Sportiva Italiana

 

 

Dopo il successo e l’ampia partecipazione della presentazione dello scorso 29 gennaio presso il Salone d’Onore del Coni al Foro Italico di Roma, lunedì 16 maggio, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 nell’Auditorium del Consiglio regionale della Toscana, si terrà la presentazione dei risultati della ricerca “Precarietà complessa: il profilo del giornalista sportivo nell’Italia di oggi”.

Oltre a Luca Toschi, direttore del CSL, interverranno Eugenio Giani, presidente del CONI di Firenze che introdurrà l’evento, Sandro Benucci, presidente dell’Associazione Stampa Toscana, Franco Morabito, presidente dell’USSI Toscana e Pippo Russo, giornalista e docente di Sociologia.

Il Communication Strategies Lab, in collaborazione con l’USSI Toscana, ha sviluppato una ricerca per analizzare la percezione dei giornalisti verso la loro professione e le attività svolte con i colleghi e con le istituzioni con cui collaborano. Ciò che emerge è un quadro complesso dove le relazioni esistenti sono cambiate profondamente. Ciò che è cambiato è l’intero paradigma del giornalismo che oggi, sfruttando anche le nuove tecnologie, tenta di trovare una nuova dimensione in grado di resistere alla crisi.

Malagò a Roma 2016.01.29

La presentazione della ricerca a Roma del 29 gennaio 2016

Siamo di fronte oggi ad una “precarietà complessa” che incide su molteplici fattori quali l’esternalizzazione della professione del giornalista e la precarietà professionale in cui si trova immerso, ma al tempo stesso l’innalzamento del livello di formazione riscontrato nella ricerca porta alla costruzione di una nuova tipologia di professionista che potrà essere in grado di costruire la propria dimensione all’interno della più vasta area dei giornalisti e della società, dei cittadini di oggi. Per dirigere questa trasformazione, tuttavia, non è funzionale un intervento isolato ma, al contrario, è necessario rilanciare a livello di sistema la professione del giornalista sportivo per rispondere alle situazioni critiche attualmente presenti.

Posted in: #, Comunicazioni