I progetti del CfGC

Una comunicazione che genera conoscenza

Il CSL nell’esecuzione dei progetti sperimenta e implementa il modello generativo della comunicazione,
che si basa su un principio fondamentale: qualsiasi soggetto – pubblico o privato – nell’ideare, progettare, sviluppare una propria strategia di comunicazione trae il massimo vantaggio coinvolgendo e motivando le risorse interne ed esterne al fine di generare conoscenza.

Tutti i progetti →


Comunicazione organizzativa

Dall’ideazione fino al monitoraggio degli effetti raggiunti da ogni strategia di comunicazione è vitale garantire, pur nella necessaria distinzione dei ruoli, una funzione attiva e creativa degli attori che ne sono coinvolti, secondo una visione generativa di co-produzione della conoscenza, sia internamente che esternamente alla realtà in cui si interviene. A tal fine, il CSL ha perfezionato una precisa metodologia di comunicazione organizzativa che assume un valore fondamentale per analizzare e costruire processi comunicativi efficaci.

Quando il comunicatore deve scomparire

Nell’ottica appena indicata di una comunicazione generativa, l’apporto fondamentale dell’esperto di comunicazione consiste nel creare le condizioni, prima di tutto operative, perché il processo comunicativo possa prendere corpo e rafforzarsi all’interno di una qualsiasi situazione: unica garanzia per una gestione strategica efficace degli obiettivi di lungo, medio e breve termine.

Veniamo da lontano e andiamo lontano

I progetti del CSL sono figli di un modo di intendere la ricerca universitaria che Luca Toschi già sperimentava negli anni ’90, in quello che allora era il CRAIAT (Centro Ricerche e Applicazioni dell’Informatica all’Analisi dei Testi).

In un’apposita sezione di questo sito web il CSL sta recuperando una selezione dei progetti più interessanti realizzati allora: Archivio digitale del CRAIAT.