Il progetto Cl@ssi 2.0 si basa su una forte collaborazione fra MIURINDIRE, USR e Università. Si tratta di un progetto rivolto alle scuole, agli insegnanti e agli studenti (della scuola primaria e secondaria). L’obiettivo è quello di verificare come e quanto, attraverso l’utilizzo costante e diffuso delle tecnologie nella pratica didattica quotidiana, l’ambiente di apprendimento possa essere trasformato.

Innovazione, non tecnologie

La logica del progetto tende a valorizzare l’attuazione di più modelli di innovazione che possano generare un ‘contagio’ nel territorio anche tra quelle scuole che non partecipano all’iniziativa. In quest’ottica si auspica che si realizzi una casistica eterogenea di modelli di miglioramento nella prospettiva dell’autonomia scolastica. In tal senso il processo di miglioramento che il progetto vuole promuovere comprende più livelli, dall’aspetto organizzativo a quello didattico nella gamma di azioni del processo insegnamento/apprendimento che, a partire dall’analisi dei bisogni della scuola, prevedano l’integrazione delle tecnologie (sia in termini strumentali che metodologici). Il focus non ruota attorno alla tecnologia in senso stretto, ma alle dinamiche di innovazione che può innescare.

Ambienti di apprendimento

Di fondamentale interesse, ai fini delle ricerche portate avanti dal CSL, è la possibilità che Cl@ssi 2.0 offre, in varie modalità, di monitorare il processo di trasformazione che subisce l’ambiente di apprendimento quando le tecnologie entrano in gioco nella pratica formativa.