I ricercatori del Communication Strategies Lab affiancheranno l’Assessorato all’agricoltura della Regione Toscana nella definizione di una strategia di comunicazione del nuovo Programma di Sviluppo Rurale attraverso la progettazione e l’implementazione di un ambiente di comunicazione generativa messo a disposizione dei destinatari dei provvedimenti previsti dal Programma di Sviluppo Rurale, i quali avranno libero accesso ad un vero e proprio ambiente di gestione e valorizzazione del proprio knowledge.

Comunicazione organizzativa e monitoraggio

Premessa per un’ottimale azione di comunicazione esterna, volta al coinvolgimento attivo degli stakeholder e alla valorizzazione delle conoscenze diffuse, è una efficace strategia di comunicazione organizzativa.
Altra conditio sine qua non alla riuscita di una strategia comunicativa è la predisposizione, fin dalla fase di ideazione, degli strumenti volti a monitorarne gli effetti a medio e lungo termine, a partire proprio dalla raccolta, analisi e gestione dei feedback provenienti dagli stessi destinatari. Anche in relazione a questo aspetto sarà importante approfondire le logiche sottostanti la comunicazione ‘social’, al fine di sfruttarne al meglio i codici e i linguaggi e rafforzare la strategia comunicativa nel suo complesso.

Analisi delle migliori pratiche

Come sempre, quando al CSL si inizia a lavorare ad un progetto, la prima fase consiste nell’analisi della letteratura e delle migliori pratiche in Italia e all’estero. In questo caso sono state raccolte e analizzate le strategie di comunicazione e gli output comunicativi prodotti dalle molte istituzioni che si sono cimentate nell’impresa di comunicare i PSR, mettendo in relazione gli obiettivi comunicativi con gli strumenti utilizzati.

Il progetto

L’intervento è stato concepito su quattro fronti distinti, che prevedono l’azione combinata di un certo numero di interventi:

  • Quello relativo all’ambiente di comunicazione: progettazione e creazione di un ambiente di comunicazione che affianchi ed implementi il lavoro della Commissione in funzione della partecipazione e del coinvolgimento degli stakehoder individuati.
  • Quello relativo alla scrittura multimediale condivisa: messa a sistema della partecipazione progettata attraverso lo sviluppo di uno o più ambienti orientati a favorire la trasparenza e a valorizzare gli elementi di conoscenza utili alla definizione del PSR.
  • Quello relativo alla comunicazione e al monitoraggio: progettati attraverso la definizione di una strategia di comunicazione adatta alo scopo e appoggiata agli strumenti e agli ambienti più efficaci in relazione agli obiettivi politici del PSR.
  • Quello relativo alla dissemination scientifica: pubblicità del progetto destinata ad un pubblico internazionale (in lingua inglese) attraverso una pubblicazione scientifica orientata al massimo coinvolgimento dei membri della Commissione e degli altri soggetti che verranno individuati.