Posted by on novembre 4, 2013

Dopo l’esperienza del monitoraggio provinciale del 2011, Il CSL nel 2012 ha ampliato la ricerca sulle competenze digitali con un monitoraggio regionale realizzato in collaborazione con l’USR per la Toscana, con oltre 2000 tra studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, insegnanti e genitori di tutte le province toscane coinvolti nella ricerca.

Obiettivi

  • capire le competenze comunicative reali degli insegnanti e dei genitori circa l’uso linguistico delle tecnologie digitali comunicative;
  • condurre un’analisi a campione in vista di un ulteriore monitoraggio a livello nazionale con focus regionale;
  • capire come gli strumenti di comunicazione digitali e mobile interagiscano e plasmino il rapporto tra scuola studenti e famiglie;
  • dare un contributo analitico sulla reale condizione degli ambienti comunicativi, reali e digitali, della scuola, partendo dall’utilizzo della comunicazione attraverso cellulari e tablet, attraverso un monitoraggio capace di fornire dati e statistiche centrali per lo sviluppo e la realizzazione dell’Agenda Digitale;
  • valutare come queste tecnologie mobili possano quindi contribuire a valorizzare l’azione ministeriale dell’Agenda Digitale;
  • creare un modello che possa essere offerto a livello nazionale per operazioni analoghe;
  • esplicitare il modello comunicativo organizzativo scolastico, per vedere come si è modificato con le tecnologie digitali;
  • ipotizzare sulla base dei risultati emersi strategie comunicative volte a rafforzare il rapporto tra scuola e famiglie, anche attraverso le tecnologie prese in esame;
  • disseminare i risultati del monitoraggio sotto forma di formazione ai docenti, in merito al miglioramento delle loro competenze comunicativi digitali e di digital writing.

Comunicazione organizzativa e rapporto tra scuola e famiglie

Questo permetterà l’approfondimento di alcuni aspetti centrali per capire come si è modificato, con l’avvento degli ambienti di comunicazione digitale, il rapporto comunicativo esistente fra scuola, genitori e ragazzi. In particolar modo in relazione a tutti quegli aspetti di comunicazione organizzativa, dai ricevimenti ai voti, dal recupero dei debiti formativi o della dispersione scolastica alle gite scolastiche, che presentano pratiche consolidate nel tempo, ora chiamate a ridefinirsi proprio a causa o dei nuovi media o da progetti nazionali, vedi per esempio SOS Studenti.

Scuola, formazione e territorio

Tutto ciò appare indispensabile per avere dati certi sull’utilizzo dei cellulari, dei social network, ed in generale degli ambienti digitali da parte di studenti, docenti e famiglie, che si trovano a comunicare all’interno delle istituzioni scolastiche con ruoli, tempi, e grammatiche diverse. Tali dati si pongono come nodo cruciale per la progettazione di strategie formative per gli insegnanti, in grado di plasmarsi sul reale contesto sociale, professionale e tecnologico del corpo docente: un monitoraggio, quindi, per disegnare una mappa capace di raccontarci il territorio della scuola toscana e conseguentemente dar vita just in time a attività formative per gli insegnanti.

Posted in: Progetti