Il volume raccoglie le riflessioni che hanno accompagnato le ricerche, i progetti e il mestiere di quasi vent’anni di attività, all’interno del Centro Ricerche e Applicazioni dell’Informatica all’Analisi dei Testi (CRAIAT) prima e del Communication Strategies Lab poi.

www.comunicazionegenerativa.org

Un libro che affronta alcune delle aree di ricerca sulla comunicazione più importanti, distinte quanto fortemente intrecciate.

La prima – sui processi generativi dei mezzi di comunicazione di nuova generazione – la più ampia e totalmente inedita, indica la prospettiva da cui si propone di leggere il resto del volume. Le altre – già affrontate più volte dall’autore in passato – sono state profondamente rivisitate alla luce dei risultati ultimi delle ricerche empiriche e teoriche sul paradigma generativo della comunicazione, sviluppato con il gruppo di lavoro che sta dietro questo volume.

Il paradosso, che fa della comunicazione un’energia sociale del tutto particolare, è che teorie e pratiche, astrazioni e concretizzazioni sono inscindibili. Mentre la si studia, la si teorizza, la si spiega non si può non farla; così come, mentre la si pratica, a qualsiasi livello e in qualsiasi ambito, non ci si può sottrarre dal trasmettere anche un modello preciso di comunicazione, dal diffondere un’idea astratta che indirizza il nostro fare comunicazione.

La comunicazione, per la sua funzione di scrittura/lettura sociale, di energia che costruisce e fa costruire il nostro sociale individuale e collettivo, deve prendere atto che la società della conoscenza non ha bisogno di una comunicazione che la predica ma che la pratica, che cerca di attuarla sperimentando comunicazioni/comunità, rispetto al passato, mai viste né sentite. Ha bisogno anche di sbagliare; ma secondo un metodo che fa dell’errore non una colpa ma un contributo essenziale sulla strada verso la costruzione di un mondo futuro che sancisca l’uscita dell’uomo dalla preistoria e avvii la scrittura di una storia affatto diversa da quanto siamo riusciti fino ad ora ad immaginare.


Il volume

In questo libro si parla di comunicazione…
…di comunicazione fra persone, fra gruppi, fra uomini e cose, fra fatti e opinioni, fra immaginario e fattuale, fra digitale informatico e digitale naturale. Insomma “di quella forza immensa che lega e divide tutti e tutto creando la storia dell’umanità”.
Si parla di reti e di linguaggi, di testi e di grammatiche; di come le nuove tecnologie ella comunicazione stiano affiancando la forza generatrice dell’immaginario umano e di come le “sceneggiature invisibili” nascoste dietro l’apparente neutralità e necessità delle macchine possano indirizzare senza che ne siamo consapevoli le nostre azioni, idee, scelte.