Posted by on ottobre 6, 2013

Uno dei principali filoni di ricerca attivati negli ultimi anni dal CSL riguarda la comunicazione messa in atto da soggetti privati, aziende e Istituzioni nei social media, i principali canali di quella auto-comunicazione di massa teorizzata da Manuel Castells (in Comunicazione e potere). Oltre ad approfondire gli aspetti più propriamente legati al social media marketing, il focus della ricerca riguarda gli aspetti comunicativi e sociali legati alla massiccia diffusione di questi media digitali e alle ricadute sociali che questo processo sta scatenando nella nostra società (sociologia dei media digitali).

Grammatiche, linguaggi e competenze comunicative

I social media vengono interpretati da studiosi e ricercatori o come ambienti comunicativi (Arvidsson e Delfanti, Introduzione ai media digitali) o come contesti relazionali (Colombo, Il potere socievole), ma in entrambe queste accezioni l’elemento cruciale riguarda la competenza comunicativa del soggetto, intesa come capacità di padroneggiare le grammatiche e i linguaggi propri di ogni specifico medium. I social media non sono intesi quindi come una realtà altra rispetto all’ecosistema mediale in cui si sostanzia una parte importante della nostra socialità, ma come media inseriti a pieno titolo in una tradizione culturale/tecnologica/sociale di lungo periodo. In altre parole non è il singolo medium – oggi Facebook o Twitter, ieri MySpace o Second Life, domani chissà – l’oggetto principale della ricerca quanto le dinamiche comunicative e sociali che in essi si sostanziano, con le loro peculiarità da un lato e i tratti ricorrenti dall’altro.

Social media strategies – il corso

Allo scopo di far dialogare imprese e Istituzioni che si affacciano al mondo dei social media, professionisti del settore che vogliono perfezionare le proprie competenze e giovani in formazione, il CSL ha organizzato nel 2013 la prima edizione del corso di aggiornamento professionale in Social Media Strategies. Strumenti e tecniche. Si tratta di un corso formativo-consulenziale, in cui è possibile per i singoli professionisti affinare le proprie competenze (anche attraverso casi di studio reali) e per le aziende cercare soluzioni per i propri piani di comunicazione e rilanciarsi attraverso l’uso mirato e intelligente dei social media.

Nativi digitali e social media

Nel corso del 2011 il CSL ha ideato e condotto – in collaborazione con il CORECOM per la Toscana – una ricerca sulle competenze digitali dei giovani studenti (11 – 18 anni) nella provincia di Firenze. Nello specifico si sono indagate le competenze e le abitudini d’uso dei telefoni cellulari e dei social network, sia in relazione al percorso formativo che alla costruzione dell’identità sociale dei soggetti coinvolti. I risultati della ricerca sono stati diffusi nel corso di un convegno intitolato Dagli SMS al social networking: digital natives e cellulari, che si è svolto a Firenze il 17 ottobre 2011, e nella pubblicazione cartacea e digitale del report finale.

Nel 2012-2013 il progetto è stato ripreso e ampliato, realizzando in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale (USR) per la Toscana un’indagine regionale che ha coinvolto, oltre agli studenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado anche i loro insegnanti e i loro genitori, per un totale di circa 2000 soggetti coinvolti. I risultati di questa ricerca saranno esposti nel corso di un seminario organizzato dal CSL e dall’USR nel maggio del 2014 a Lucca.

Pubblicazioni

Raffini, L., Sbardella, M., Torrini, G., Toschi, L. (2011), La comunicazione mobile dei giovani: dagli SMS al social networking, Firenze, Corecom della Toscana. Consultabile online.

Posted in: Ricerca