Posted by on dicembre 8, 2015

Il “Trattamento generativo dei contenuti” incide sugli elementi di conoscenza utili alla conduzione del progetto.
Il trattamento consiste in una serie di operazioni compiute nei confronti di un testo o di un corpus di testi al fine di individuare, estrarre e valorizzare gli elementi di conoscenza di cui è portatore e  di condividerli con i soggetti che di questo testo o corpus di testi sono gli autori e/o i destinatari, consapevoli o inconsapevoli.

A un livello ulteriore il trattamento prevede poi di sottoporre gli elementi di conoscenza a un processo che permetta ai soggetti che ne sono portatori inconsapevoli di riappropriarsene,  ai soggetti che ne sono portatori consapevoli di condividerli più efficacemente con i propri interlocutori e ai soggetti che ne sono destinatari di riceverli e di farli propri.

Il trattamento riservato ai testi e agli elementi di conoscenza viene definito di volta in volta in base alla natura degli stessi e in relazione al contesto operativo e alla tipologia dei soggetti coinvolti. Tuttavia è possibile ritrovare delle costanti che consistono nell’allestimento di un  ambiente di comunicazione organizzato come ambiente di KMS e funzionante come ambiente di CMS che permette la simulazione di operazioni reali.

La tipologia di testo che si presta ad un “trattamento generativo dei contenuti” può essere di tre tipi: ricevuto, estratto, provocato.

  • Un testo o un corpus di testi “ricevuto” è ad esempio il materiale di comunicazione esterna di un’azienda, di un’istituzione o di un’organizzazione in genere.
  • Un testo o un corpus di testi “estratto” è ad esempio l’identità mediale di un’azienda, di un’istituzione o di un’organizzazione, quale viene ricostruita attraverso la raccolta di discorsi sulla rete, sui social network, sulla carta stampata, in radio, ecc., ma anche attraverso la raccolta di discorsi dalle verbalizzazioni ufficiali delle occasioni di riunione della dirigenza e/o del personale o dal buzzword informale del personale o dei portatori di interesse.
  • Un testo o un corpus di testi “provocato” è ad esempio costituito dai discorsi che si riesce ad attivare attraverso tecniche di intervista, di focus group, di osservazione partecipante, ecc. esercitati nei confronti del personale, della dirigenza o dei portatori di interesse di un’azienda, di un’istituzione o di un’organizzazione in genere.
Posted in: Risorse