Altro gruppo di automi che ebbe un enorme successo tra XVIII e XIX fu quello realizzato dalla manifattura svizzera Jaquet-Droz, specializzata in orologeria. I tre automi hanno le diverse capacità di scrivere, disegnare e suonare l’organo. Tutto ciò è accompagnato da una serie di movimenti che riproducono diversi atteggiamenti umani: dallo sbattere le ciglia al seguire la scrittura col capo e con gli occhi, fino all’abbassarsi e all’alzarsi del petto per simulare il respiro. Per questa estrema raffinatezza nel riprodurre il comportamento umano gli automi Jaquet-Droz fecero breccia nell’immaginario del tempo, rafforzando la visione del corpo umano come un complesso meccanismo a orologeria.