Il colossal della Metro-Goldwyn-Mayer Forbidden planet (Il pianeta proibito), diretto da Wilcox svincolò definitivamente la produzione fantascientifica cinematografica dalla condizione di genere minore. La trama si articola su di un pianeta selvaggio in cui vivono solo due superstiti di una spedizione interstellare, il professor Morbius e sua figlia. A servirli un avanzatissimo robot antropomorfo, Robby, che si rivelerà essere programmato secondo le tre leggi dettate da Asimov. Proprio queste limitazioni etiche date al robot gli impediranno di difendere il proprio padrone dalla creatura misteriosa che vive sul pianeta.