Il film di Andrew Niccol S1m0ne presenta una sorta di revisione del Pigmalione di Ovidio: una donna “perfetta” viene creata a computer da un regista fallito, interpretato da Al Pacino, e un informatico. La donna digitale viene dunque fatta recitare nei film del regista, ottenendo un grande successo e facendo innamorare di sé l’opinione pubblica. Da qui inizia la difficoltà del regista di gestire una situazione paradossale: la donna virtuale ha ottenuto una fama maggiore del suo creatore che, oltretutto, si trova a dover salvaguardare il suo segreto. Il regista, non riuscendo a sbarazzarsi della propria creatura virtuale, sarà costretto a portare avanti la menzogna.