Il 1961 segna una cesura nella storia dell’automazione: è l’anno dell’istallazione del primo robot, l’Unimate, negli stabilimenti della General Motors. George Devol realizza infatti un braccio meccanico totalmente automatico, in grado di velocizzare le operazioni all’interno della catena di montaggio. Con l’Unimate il robot da “creatura mitologica” inizia a diventare progressivamente realtà, avviando un processo di sviluppo tecnologico ad esso connesso che prosegue tutt’oggi.