Le sperimentazioni ipertestuali incentrate sulle figure di Luigi Pirandello e Giovanni Verga vedono la luce nel 1997, un anno dopo la pubblicazione di un altro grande progetto pioniere dell’informatica umanistica italiana, cioè l’ipertesto goldoniano: come utilizzare l’editoria elettronica nell’edizione dei classici”. Anche qui la pubblicazione è ad opera del gruppo Marsilio Editore con il fondamentale apporto della Bassilichi Sviluppo, e sotto la direzione editoriale di Luca Toschi coadiuvato dall’esperienza del CRAIAT,  il Centro Ricerche e Applicazioni dell’Informatica Umanistica all’Analisi dei Testi.

Gli ipertesti su Verga e Pirandello: sperimentazioni sul modello enciclopedico

Gli ipertesti “Pirandello e un film da fare. Effetti di un sogno interrotto” e “Verga. Letteratura e mercato: la scoperta dell’immagine”presentano la medesima struttura, ovvero lo sviluppo delle vicende biografiche e bibliografiche dei due autori siciliani mediante un approccio enciclopedico che si appoggia ai meccanismi dell’ipertestualità. Così se da un lato questi due cd-rom si presentano come precorritori dello sviluppo del testo digitale in Italia, dall’altro mostrano ancora un’estrema contemporaneità ponendosi come oggetti multimediali scolastici che potrebbero essere potenzialmente fruibili su strumentazioni tecnologiche d’ultima generazione come lo sono oggi i vari tablet, ipad, e-reader, ecc.

L’attenzione alla combinazione delle componenti iconiche, sonore e alfabetiche

Ambedue le sperimentazioni presentano una fondamentale combinazione tra la componente iconica, composta da fotografie d’epoca degli autori, da quadri raffiguranti la Sicilia e il suo paesaggio, da ritratti di amici e familiari, da manifesti pubblicitari di opere teatrali e letterarie, da frontespizi di romanzi o novelle, ecc., la componente alfabetica affidata a testimonianze documentarie proprie degli autori, a brevi interventi narrativi fatti da giornalisti del tempo, ecc. e la componente acustica, l’altro fondamentale elemento, come si sarà intuito, che, contrassegnato dall’In voce, ripropone i diversi percorsi tramite una voce narrante, e riporta brani musicali e estratti audio contemporanei agli autori

La strutturazione interna dell’ipertesto ragionata sulle vicende biografiche degli autori

L’ipertesto pirandelliano propone una testualità pensata e sviluppata intorno alla volontà di fare ordine nella variegata e sterminata produzione del drammaturgo siciliano. Nella homepage dell’ipertesto, infatti, è possibile scegliere tra diversi nodi tramite i quali intraprendere la nostra navigazione. I principali percorsi sono 10:

  • Effetti d’un sogno interrotto

    screeshot_pirandello

    Screenshot del percorso “Effetti di un sogno interrotto”

  • Spiriti
  • Sicilia
  • Cinema
  • Teatro
  • Mondo
  • Guerra
  • Fascismo
  • Odescalchi
  • In voce (la versione audio del cd-rom)

 

Credits di Pirandello e un film da fare. Effetti di un sogno interrotto

Ideazione: Luca Toschi, Francesca Gramigni, Marzia Pieri

Direzione scientifica e multimediale: Luca Toschi

Testi: Francesca Gramigni, Marzia Pieri

Ricerche: Francesca Gramigni, Marzia Pieri

Sviluppo software e assemblaggio:  Maura Gori, Francesca Gramigni, Cristina Fadi

Grafica: Stefano Rovai

Coordinamento redazionale: Giorgio Pagnini